Cosa mi aspetto dalla vitaaaaa…♫..♫ ♪ ♫.

Francoforte/Roma, 5 Agosto 2011
Caro Primo Ministro,
Il Consiglio direttivo della Banca centrale europea il 4 Agosto ha discusso la situazione nei mercati dei titoli di Stato italiani. Il Consiglio direttivo ritiene che sia necessaria un’azione pressante da parte delle autorità italiane per ristabilire la fiducia degli investitori.
Il vertice dei capi di Stato e di governo dell’area-euro del 21 luglio 2011 ha concluso che «tutti i Paesi dell’euro riaffermano solennemente la loro determinazione inflessibile a onorare in pieno la loro individuale firma sovrana e tutti i loro impegni per condizioni di bilancio sostenibili e per le riforme strutturali». Il Consiglio direttivo ritiene che l’Italia debba con urgenza rafforzare la reputazione della sua firma sovrana e il suo impegno alla sostenibilità di bilancio e alle riforme strutturali.
Il Governo italiano ha deciso di mirare al pareggio di bilancio nel 2014 e, a questo scopo, ha di recente introdotto un pacchetto di misure. Sono passi importanti, ma non sufficienti.
Nell’attuale situazione, riteniamo essenziali le seguenti misure:
1.Vediamo l’esigenza di misure significative per accrescere il potenziale di crescita. Alcune decisioni recenti prese dal Governo si muovono in questa direzione; altre misure sono in discussione con le parti sociali. Tuttavia, occorre fare di più ed è cruciale muovere in questa direzione con decisione. Le sfide principali sono l’aumento della concorrenza, particolarmente nei servizi, il miglioramento della qualità dei servizi pubblici e il ridisegno di sistemi regolatori e fiscali che siano più adatti a sostenere la competitività delle imprese e l’efficienza del mercato del lavoro.
a) È necessaria una complessiva, radicale e credibile strategia di riforme, inclusa la piena liberalizzazione dei servizi pubblici locali e dei servizi professionali. Questo dovrebbe applicarsi in particolare alla fornitura di servizi locali attraverso privatizzazioni su larga scala.
b) C’è anche l’esigenza di riformare ulteriormente il sistema di contrattazione salariale collettiva, permettendo accordi al livello d’impresa in modo da ritagliare i salari e le condizioni di lavoro alle esigenze specifiche delle aziende e rendendo questi accordi più rilevanti rispetto ad altri livelli di negoziazione. L’accordo del 28 Giugno tra le principali sigle sindacali e le associazioni industriali si muove in questa direzione.
c) Dovrebbe essere adottata una accurata revisione delle norme che regolano l’assunzione e il licenziamento dei dipendenti, stabilendo un sistema di assicurazione dalla disoccupazione e un insieme di politiche attive per il mercato del lavoro che siano in grado di facilitare la riallocazione delle risorse verso le aziende e verso i settori più competitivi.
2.Il Governo ha l’esigenza di assumere misure immediate e decise per assicurare la sostenibilità delle finanze pubbliche.
a) Ulteriori misure di correzione del bilancio sono necessarie. Riteniamo essenziale per le autorità italiane di anticipare di almeno un anno il calendario di entrata in vigore delle misure adottate nel pacchetto del luglio 2011. L’obiettivo dovrebbe essere un deficit migliore di quanto previsto fin qui nel 2011, un fabbisogno netto dell’1% nel 2012 e un bilancio in pareggio nel 2013, principalmente attraverso tagli di spesa. È possibile intervenire ulteriormente nel sistema pensionistico, rendendo più rigorosi i criteri di idoneità per le pensioni di anzianità e riportando l’età del ritiro delle donne nel settore privato rapidamente in linea con quella stabilita per il settore pubblico, così ottenendo dei risparmi già nel 2012. Inoltre, il Governo dovrebbe valutare una riduzione significativa dei costi del pubblico impiego, rafforzando le regole per il turnover (il ricambio, ndr) e, se necessario, riducendo gli stipendi.
b) Andrebbe introdotta una clausola di riduzione automatica del deficit che specifichi che qualunque scostamento dagli obiettivi di deficit sarà compensato automaticamente con tagli orizzontali sulle spese discrezionali.
c) Andrebbero messi sotto stretto controllo l’assunzione di indebitamento, anche commerciale, e le spese delle autorità regionali e locali, in linea con i principi della riforma in corso delle relazioni fiscali fra i vari livelli di governo.

Vista la gravità dell’attuale situazione sui mercati finanziari, consideriamo cruciale che tutte le azioni elencate nelle suddette sezioni 1 e 2 siano prese il prima possibile per decreto legge, seguito da ratifica parlamentare entro la fine di Settembre 2011. Sarebbe appropriata anche una riforma costituzionale che renda più stringenti le regole di bilancio.
3. Incoraggiamo inoltre il Governo a prendere immediatamente misure per garantire una revisione dell’amministrazione pubblica allo scopo di migliorare l’efficienza amministrativa e la capacità di assecondare le esigenze delle imprese. Negli organismi pubblici dovrebbe diventare sistematico l’uso di indicatori di performance (soprattutto nei sistemi sanitario, giudiziario e dell’istruzione). C’è l’esigenza di un forte impegno ad abolire o a fondere alcuni strati amministrativi intermedi (come le Province). Andrebbero rafforzate le azioni mirate a sfruttare le economie di scala nei servizi pubblici locali.
Confidiamo che il Governo assumerà le azioni appropriate.
Con la migliore considerazione,
Mario Draghi, Jean-Claude Trichet
29 settembre 2011 07:42

Annunci
Standard

Bellinzona mon amour…!

La Svizzera nuovo mezzogiorno d’Italia, incredibile!

In cambio di assunzioni concede esenzioni decennali dalle imposte volgarmente dette TASSE!  E si, le previsioni per il mercato finanziario non sono rosee per loro nel lungo termine ed è bene correre ai ripari per tempo. Insomma, chi ha tempo non aspetti tempo.

Noi? Noi rischiamo di avere gli svantaggi senza i vantaggi della situazione.
Cosa significa?
Significa che la Lega Nord nel lungo termine sarà la nostra nemesi, Vaticano contro Svizzera!
Perché non bastano le Guardie Svizzere per risolvere i problemi dell’occupazione di un paese moderno come la Svizzera.

Tranquilli, voteranno ancora da noi come italiani residenti all’estero, già, devono prendervi la residenza se non vogliono fare la fine di altre Very Important Persons (V.I.P.).

Extracomunitari a tutti gli effetti.

Ci resta solo un dubbio, noi Italiani possiamo contare secondo voi sulle loro rimesse dalla Svizzera verso l’Italia….?

Io non credo, non sono andati là per ridere.

Al video……

http://www.capitalieidee.com/

http://www.capitalieidee.com/trasferimenti.html

Standard

Superata la velocità della luce – Un botto tremendo – Sintesi

Il Tunnel immaginario ribattezzato “Gelmini”, in onere alla sua finanziatrice, che porta neutrini dalla Svizzera al Gran Sasso in Abruzzo è finalmente una realtà. Passerà alla storia per avere permesso a un neutrino Killer di abbattere il muro della velocità della luce con un botto tremendo che hanno sentito in tutta Europa.
Tuttavia in Italia manca sempre il coordinamento e pertanto:
neutrino multato per eccesso di velocità
effetto eco nel Tunnel non previsto
stupore al “Ministero degli Appalti” per l’assenza di interruzioni per lavori in corso.

Le dichiarazioni,
Ministro Gelmini, “tutto bene abbiamo avuto un solo incidente di percorso”.

Neutrino, “Si ok, ma adesso come faccio a ritornare in Svizzera….zera…..zera…..zera……Maria Stellaaaaaaa…ellaaaa ellaaaaa……(effetto eco del tunnel, il neutrino è ancora là che aspetta….).

Standard

L’anima occulta del Mercato


La Pubblicità Occulta è ovunque. E’ l’anima occulta del mercato, quella sotto copertura, la Propaganda 2 (P2) del sistema consumistico in cui siamo immersi fino alla chiglia….
Ha un costo, certo che ce l’ha, che viene sempre ricacaricato sui consumatori finali e noi, che siamo quel popolo, possiamo solo correre ai ripari.
Come rimediare a questo? C’è solo una soluzione: formare “Gruppi di Finto Acquisto” e non i semplici “Gruppi di Acquisto” che per risparmiare 1 Euro ne devono spendere 10 di carburante e che sono così vittime due volte della Pubblicità Occulta.
A mali estremi, estremi rimedi.
Continua su questo blog………
Standard

Le Physique du Rôle

E adesso cosa si fa? Ci si scioglie. E’ cosi che sono andate le cose con i R.E.M. Fanno bene, non si può fare la rock star a 60 anni cosi come non si può fare il comico a 70 anni. E’ una questione di buon gusto, il fisico non regge, l’espressività si affievolisce, i lineamenti non si induriscono più. L’energia scema, ecco scema!
Fanno beneeee.

Standard

Le Prefiche

Che cos’è una prefica? Ve lo dicciu io se non lo sapite. Sono donne pagate per piangere ai funerali.
Embè? Che c’è di male? NULLA!
E’ una questione d’immagine? Nessuno ti ha voluto bene? E’ un problema? NO!
Vuoi lo stesso le prefiche perchè ti vuoi levare l’ultmo sfizio?
Accontentato.

E ora se sei così bravo indovina qualè la moglie del defunto.

Standard

Biografie non autorizzate

Le ragazze ospiti di Silvio pagate solo per ascoltare le sue barzellette. Lo dichiara Ricci di Striscia la notizia che con questa notizia rimette in gioco se stesso. Pagate quanto? Un tirone di borsa a sentire loro, un occhio della testa se stai a sentire i PM. Il mercato non tira più come una volta e siamo ridotti a scrivere biografie non autorizzate per attirare l’attenzione. Gad Lerner? Un furbo di tre cotte. Pippo Baudo? Un genio incompreso. Santoro? Il processo alla Tappa del Giro, no, anzi, il Processo del Giovedì. Travaglio, prestato alla MoViola, Vauro, facce ride dai! Santò! Abbiamo perso in casa! Anno Zero-Ricci Tre!
Beppe Grillo? Un morto di freddo! E insomma, volendo ce n’è per tutti.

http://www.corriere.it/politica/11_settembre_21/ricci-berlusconi-intrvista-addio-cazzullo_bb48fa0c-e410-11e0-bb93-5ac6432a1883.shtml

Standard