Il panico

Brutta giornata, oggi.
Il debito pubblico Italiano è stato declassato oggi quindi è stata declassata l’Italia, tutti noi, nel giudizio di solvibilità. I Tedeschi in questi giorni ci informano che Euro e Europa sono a rischio.
“Se crolla l’Euro crolla anche l’Europa”, minaccia la Merkel ai suoi connazionali. “L’Euro è la nostra casa”, aggiunge.
Ed è una minaccia credibile dire ai Tedeschi che l’Europa può crollare perchè è il loro mercato che crollerà.
Un passo indietro.
L’Europa è nata come mercato comune, una continua espansione del mercato principalmente a favore della Germania che, Mercantilista per tradizione, ne è la maggiore esportatrice. I Paesi da 10 sono diventati 27. Nel frattempo è nato l’Euro, che ci dovrebbe preservare dall’inflazione, e di nuovo è una politica della Germania questa. Noi Italiani nell’inflazione siamo sguazzati per decenni.
Non penserete che i Finlandesi abbiano voluto fare comunella con Italiani e Greci per affinità elettiva?
C’erano dei motivi di mercato.
Ora il gioco non vale più la candela, immaginate che la società che avete costituito con degli amici non renda più come vi aspettavate e che vi offrano un buon posto di lavoro, magari pubblico. Ovvio che ve ne andrete dalla società se non siete dei pazzi affezionati al marchio aziendale.
Ecco perchè l’Europa rischia. Non siamo abbastanza folli e non siamo affezionati a sta cosa e nemmeno gli altri.
La brutta notizia è che una strategia di uscita dall’Euro non è stata prevista, nell’Euro si può solo entrare perchè tassi di cambio tra le monete per uscirne non sono previsti. E’ tutto da ricontrattare.

E ora vai con il Panico! Perchè non esiste un’alternativa in questo Paese all’incarico di cittadino.

Si certo! Perchè tutti presi dal salvataggio del mercato si dimenticheranno dei cittadini che del mercato fanno parte. E’ a rischio la nostra qualità di vita, il risparmio di chi ce l’ha, le ambizioni personali, insomma tutto.
Siamo nelle mani dei banchieri, ultima speranza, che spero non pensino di uccidere la gallina dalla uova d’oro e fermino la corsa della speculazione verso l’affossamento dell’Euro e dei Paesi più deboli che ne fanno parte.

E’ la stessa cosa dell’Euro, cittadini si può solo diventare ma non se ne esce vivi!

Non hanno previsto una via d’uscita dalla carica di cittadino.

Servirà a qualcosa ricordare che insieme ai Paesi partecipanti sono cresciute a dismisura anche Istituzioni e Autority varie Europee, doppioni di quelle nazionali? Che nell’attesa di una crescita continua del mercato europeo si è comprato anche il silenzio di inutili ma onerosissime istituzioni politiche create ad oc!

Come afferma la Merkel, decenni di debito ci hanno portati sull’orlo del fallimento.
Come faremo, tuttavia, a licenziare in anticipo chi deve tirarci fuori dai guai?

E’ l’impotenza che genera il panico.

Annunci
Standard

3 thoughts on “Il panico

  1. Anonymous ha detto:

    salve alex, vediamo se indovini chi sono…
    mi ha incuriosito sapere che hai un blog e sono venuta a farci una visitina.
    bella la foto, ma un pò, come dire, claustrofobica. oh, ti dà la sensazione di stare per affogare.
    però, accidenti…quanti commenti! prova a iscriverti al concorso per il blog meno commentato, sicuramente lo vinci.
    se ti dico che ad hoc si scrive con l'h, avrai un indizio in più della mia identità?

  2. I commenti e i suggerimenti fanno sempre piacere, ma lo scopo di questo blog non è solo quello di avere dei commenti.
    Oc…era in senso ironico..ma vedo che non è servito a molto.
    Quella del profilo non l'ho capita.
    Sono molto work e poco progress, abbi pazienza anche tu.
    Grazie ciao. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...