Il fotovoltaico


La notizia:

Il fotovoltaico ha superato l’eolico diventando, in Italia, la prima fonte energetica rinnovabile. Il sorpasso è avvenuto lo scorso febbraio, ma è la punta di un trend che già si delineava da maggio 2011. Certo la parte del leone è ancora dell’idroelettrico: le rinnovabili rappresentano il 26,2% della produzione energetica italiana, contro il 73,8% del termico.

Quanto sopra riportato, ossia la creazione di nuovi posti di lavoro nel fotovoltaico, già di per se rappresenta una notizia che fa scalpore e ha già prodotto notevole scalpitio nelle redazioni dei quotidiani scientifici.
A questo si aggiunge la novità del superamento, in termini di produzione energetica, del fotovoltaico rispetto all’eolico con un trend che già si delineava da maggio 2011.
Abbandonare quindi l’eolico a favore del fotovoltaico in quanto meno invasivo e impattante sull’ambiente ?
No, a mio parere è ancora presto per abbandonare del tutto le eliche a vento a favore dei più efficienti pannelli fotovoltaici ma è certo che la produzione di posti di lavoro si stia spostando in quella direzione, i pannelli impegnano aree di dimensioni più ridotte e, non ultimo, sono facilmente occultabili sui tetti degli edifici trasformandoli così in opifici.
E poi c’è l’idea grandiosa di mettere questi economici opifici in rete tra loro con tutti i possibili scambi di energia inutilizzata che possono avvenire tra gli impianti connessi.
Insomma, questa cosa ci piace !
Infine, in ogni caso, la parte del leone la fa ancora l’idroelettrico, mai perdere di vista quella che è la realtà contingente seppur temporanea.

Annunci
Standard

La valigia

Partire è un po’ come morire..
Samsonite ritira 250 mila valigie a causa di tracce di sostanze pericolose nei manici.
«Malgrado la nostra assoluta convinzione che le valigie Tokyo chic siano totalmente sicure – ha spiegato l’azienda – abbiamo rimosso il prodotto dai nostri magazzini ovunque».
Sono idrocarburi policiclici aromatici, che scritto così verrebbe da ordinarne un paio al bar come aperitivi o usarne “a iosa” come condimento per l’insalata.
Invece, non è aceto balsamico e nemmeno una pomata idratante.
E’ plastica, un materiale che tutti considerano inerte mentre invece inerte non è. Rilascia sostanze invisibili che possono condurre il malcapitato viaggiatore a una fine del viaggio ingloriosa e dolorosa.
Il tutto senza che alcuna agenzia di viaggi vi possa successivamente rimborsare il biglietto di andata e ritorno che avete acquistato sul solito sito di voli low-cost…..
Vi attaccherete al cazzo poi.
Cosa altro aggiungere ?
Ah ecco ! Una raccomandazione, non lasciate la vostra valigia troppo esposta al sole.. il mix “surriscaldamento del sole/idrocarburi policiclici aromatici” ..potrebbe amplificare gli effetti venefici del manico della vostra valigia senza che alcuna sostanza visibile ad occhio nudo si liberi nell’aria.
Inodore, insapore e invisibile.
Un veleno perfetto.

Standard

I costi della politica

Leggo questa sera:
Riforme, approvato il taglio dei deputati
Al Senato passa quasi all’unanimità (solo 111 voti contrari) la riduzione del numero dei deputati: da 630 attuali a 508.

I commenti dei maggiori esponenti politici si sprecano:

Finocchiaro, «Preoccupati non diventi mai legge»

Castelli, «Se dobbiamo approvare una riduzione dei parlamentari purchessia – ha detto Castelli – allora approviamo un emendamento e mettiamo in Parlamento direttamente i direttori dei giornali».

Sono ancora troppi, forse penserete, e anch’io devo ammettere che mi aspettavo un taglio di almeno il 50% di questi deputati “da operetta”

Operetta : L’operetta è un genere teatrale leggero, di tipo sentimentale o burlesco. Composta da un’alternanza di recitazione e di brani musicali, ebbe larga diffusione per tutto il 1800, soprattutto in Francia e in Austria. Nella sua forma originale tramontò verso la metà del 1900, trasformandosi nell’attuale commedia musicale all’americana.

come,

che, tra l’altro, è stata la colonna sonora di un noto spot pubblicitario.

Standard

Stracci

Prêt-à-porter

Brasile, si è molto scritto della sfilata di moda nella discarica ma non mi sembra così, vedo piuttosto un centro per la raccolta differenziata di metalli già rottamati.
Probabilmente si tratta di un centro di raccolta di metalli, adiacente a un impianto di rottamazione, all’interno del quale hanno sfilato modelle bellissime vestite di “stracci”.

Standard

Il vittimismo

Forse il titolo giusto sarebbe stato “la goliardia” ma poi ho scelto più opportunamente “il vittimismo”.
Si tratta di una vecchia immagine del 1984 che ritrae Romney, candidato repubblicano alla Casa Bianca, insieme ai suoi compagni di squadra dei bei tempi passati a sognare e contare dollari a Bain Capital, un fondo di investimento in società private quindi non una banca classica come la intendiamo noi in Italia.
Un’anticipazione dei tempi che ci dovrebbe dare da pensare,
Probabilmente, osservando la foto, è lì che è nato il detto goliardico “gli escono i soldi anche dalle orecchie”.
Oggi diremmo più precisamente “gli uscivano i soldi anche dalle orecchie” perchè parliamo del 1984, da noi c’era ancora la lira. Oggi c’è l’euro con tutto il debito privato e pubblico che quotidianamente si trascina dietro.
Romney però ce l’ha fatta, lui si. Ormai straricco e candidato alla Casa Bianca non fa più parte della squadra della Bain Capital.
Si dice che sceglierà come vice Ribio, un cubano della Florida, in modo che siano rappresentati un po’ tutti nella gara per la Presidenza.

Standard